Proutist Universal Italia

Proutist Universal Italia

ultime ricerche
neoumanesimo
educazione neouman...
tarcisio bonotto
... altre ricerche ...
Home > Ambiente > ECOLOGIA E SVILUPPO ECONOMICO
RSS Atom stampa
Home
Chi siamo
Sistema economico
Dinamiche sociali
Sistema politico
Cultura e pseudocultura
I principi del Prout
Ambiente
Zone socioeconomiche
Istituto di ricerca Prout
I Proutisti a Genova
La lotta per l'Art 18
Link
Contatti
Indice per titolo

Democrazia Economica
Garantire a tutti la disponibilità delle minime necessità compresi cibo, vestiti, case, sanità, istruzione. Il diritto al lavoro è un requisito fondamentale per la garanzia delle minime necessità. Lo stato deve sostenere chi non è in grado di essere autosufficiente. Questo non è solo un diritto individuale, ma anche una necessità per lo sviluppo collettivo.
Incrementare costantemente il potere d'acquisto delle persone ridistribuendo la ricchezza. Sviluppare l'utilizzo delle risorse locali e sostenere la produzione di beni essenziali per soddisfare il consumo dell'intera popolazione.
Le persone devono avere il diritto di decidere dell'economia locale, quindi le imprese devono essere il più possibile gestite da cooperative o da sistemi aziendali che permettano ad ogni lavoratore di essere imprenditore dell'azienda per cui lavora, partecipando agli utili, ai rischi e alle decisioni.
Le persone che non vivono in una zona economica o che non intendono viverci stabilmente, non devono interferire nel controllo dell'economia locale.
ECOLOGIA E SVILUPPO ECONOMICO

E' possibile conciliare lo sviluppo economico e industriale con il rispetto della natura?

Molti ecologisti sostengono che sia necessario rinunciare alle applicazioni tecnologiche per salvare la natura. Dalla parte opposta è ribattuto che per mantenere l'economia e il lavoro bisogna per forza distruggere. In realtà la distruzione non è tanto dovuta alla tecnologia, ma piuttosto al fatto che, essa, quasi sempre, viene usata in modo incontrollato per creare velocemente dei profitti economici. E' invece possibile usare tecnologie sempre più avanzate nel rispetto degli esseri viventi e dell'ambiente se il fine non è solo il profitto ma l'utilizzazione delle risorse per il bene comune.

Il sistema economico PROUT è la razionale risposta alla convivenza tra esigenze economiche e necessità ambientali. A tale scopo, il PROUT elenca le seguenti implicazioni per ogni cambiamento tecnologico e scientifico:

I cambiamenti tecnologici sono classificati dagli economisti in tre categorie:

  1. Attraverso l'uso di capitale
  2. Attraverso l'uso di lavoro
  3. Neutrali cioè attraverso l'uso sia di capitale che di lavoro

L'industrializzazione degli ultimi duecento anni ha visto prevalere l'uso del capitale e di conseguenza l'uso delle macchine e i relativi danni ambientali.

1. Coloro che affermano di poter controllare la degenerazione ambientale attraverso un sistema di tasse che modifichi i meccanismi di mercato non sanno che ci vuole uno sforzo nazionale e internazionale immane per mettere sotto controllo decenni e decenni di incontrollato uso di tecnologie di capitale.

2. Dal momento che le tecnologie ad alto investimento di capitale generano emissioni dannose, non possono essere lasciate in mano a privati poiché l'elemento concernente il privato è il profitto e non i danni eventuali per la società. La ricerca potrà essere di natura privata, ma l'applicazione delle invenzioni deve essere approvata dal governo, dopo un accurato studio relativo agli eventuali effetti collaterali. Non si può mettere sul mercato un telefonino se il suo utilizzo provoca il cancro o deformazioni all'udito. Si propone anche che l'applicazione di tecnologie ad alto investimento siano approvate dal governo come avviene per i medicinali, ecc.

3. A causa delle deficienze tecnologiche del passato l'ambiente sta diventando progressivamente inabitabile. Il PROUT ad uno sforzo internazionale per ristabilire l'equilibrio ecologico del pianeta. Oggi, la tecnologia deve essere usata soprattutto per eliminare l'inquinamento prodotto in passato e gli effetti collaterali delle presenti applicazioni. Accettando il detto che "diamante taglia diamante" lasciamo che la tecnologia "tagli" la tecnologia.

Nel sistema PROUT, l'economia va "localizzata" e cioè sviluppata alle esigenze di produzione e consumo delle popolazioni locali. Questo permetterà una maggiore consapevolezza e una maggior attenzione per l'utilizzo delle risorse e quindi dell'ambiente.

22-04-2007 Proutist Universal Italia

PROUT è equilibrio fra:
Necessità delle persone
Garanzia delle necessità primarie (cibo, vestiario, casa, istruzione, sanità)
Distribuzione della ricchezza
Intervento statale
Garantire alle imprese l'acquisto di materie prime, energia e trasporti al prezzo minimo di mercato
Garantire la concorrenza, impedendo la formazione di monopoli e concentrazioni dannose di potere economico
Libero mercato
Controllo diretto dei lavoratori tramite la cooperazione coordinata per le grandi e medie imprese
Gestione a conduzione famigliare delle piccole imprese e delle imprese artigiane