Proutist Universal Italia

Proutist Universal Italia

ultime ricerche
i diritti delle donne
equilibrio dinamico
aforismi in sanscrito
... altre ricerche ...
Proutist Universal Italia
RSS Atom Pdf stampa
Home
Chi siamo
Sistema economico
Dinamiche sociali
Sistema politico
Cultura e pseudocultura
I principi del Prout
Ambiente
Zone socioeconomiche
Istituto di ricerca Prout
I Proutisti a Genova
La lotta per l'Art 18
Link
Contatti
Indice per titolo

Democrazia Economica
Garantire a tutti la disponibilitÓ delle minime necessitÓ compresi cibo, vestiti, case, sanitÓ, istruzione. Il diritto al lavoro Ŕ un requisito fondamentale per la garanzia delle minime necessitÓ. Lo stato deve sostenere chi non Ŕ in grado di essere autosufficiente. Questo non Ŕ solo un diritto individuale, ma anche una necessitÓ per lo sviluppo collettivo.
Incrementare costantemente il potere d'acquisto delle persone ridistribuendo la ricchezza. Sviluppare l'utilizzo delle risorse locali e sostenere la produzione di beni essenziali per soddisfare il consumo dell'intera popolazione.
Le persone devono avere il diritto di decidere dell'economia locale, quindi le imprese devono essere il pi¨ possibile gestite da cooperative o da sistemi aziendali che permettano ad ogni lavoratore di essere imprenditore dell'azienda per cui lavora, partecipando agli utili, ai rischi e alle decisioni.
Le persone che non vivono in una zona economica o che non intendono viverci stabilmente, non devono interferire nel controllo dell'economia locale.
Cos'Ŕ il Prout

PROUT Ŕ l'abbreviazione di PROgressive Utilization Theory, Teoria dell'Utilizzazione Progressiva o Socialismo Progressista. Questa Teoria Ŕ stata esposta per la prima volta nel 1956 dal filosofo P.R.Sarkar.

Il PROUT Ŕ un insieme di principi guida per l'organizzazione di una societÓ nella quale tutti gli esseri umani possano sviluppare le proprie potenzialitÓ fisiche mentali e spirituali.

Le politiche di sviluppo basate sulla globalizzazione economica come quelle basate sullo statalismo centralizzato stanno spingendo l'intera umanitÓ in un tunnel di degrado ambientale, sfruttamento e negazione dei pi¨ elementari diritti. I continui focolai di nazionalismo che si accendono sparsi per il pianeta danno luogo a continue rivalitÓ e conflitti, politici e sociali.

L'originalitÓ del PROUT consiste nel presentare modelli di sistema socioeconomico basati sul sentimento dell'Universalismo cioŔ la visione di totale amore e spirito di benevolenza verso tutti gli esseri esistenti realizzato attraverso gli ideali del Neoumanesimo. Il PROUT Ŕ la realizzazione pratica di questi ideali.

Il PROUT propone una nuova concezione di Progresso sulla base del diritto di tutti gli esseri umani alla garanzia delle minime necessitÓ (cibo, casa, indumenti, istruzione, sanitÓ) e della distribuzione della ricchezza.

Il PROUT favorisce il massimo sviluppo della ricerca e della scienza ed impone che tutte le conoscenze siano applicate con la massima attenzione per prevenire il danneggiamento dell'ambiente e migliorare al massimo la vita di tutti gli esseri.

Il PROUT applica la decentralizzazione economica e promuove l'autosufficienza e l'autodeterminazione dei popoli. I popoli di tutto il pianeta, evitando la dipendenza da altre economie, potranno incrementare il proprio livello di vita liberandosi dallo sfruttamento che accompagna il potere economico centralizzato e di monopolio e realizzare la Democrazia Economica.

In questo sito troverete una serie di strumenti per analizzare, studiare ed applicare l'economia, la politica, la storia, la sociologia ecc. in una prospettiva moderna ed originale.

Tutte le persone che, dopo aver visitato il sito, volessero approfondire questa metodologia di ricerca possono consultare i nostri esperti scrivendoci dalla pagina  "contatti" del sito
PROUT Ŕ equilibrio fra:
NecessitÓ delle persone
Garanzia delle necessitÓ primarie (cibo, vestiario, casa, istruzione, sanitÓ)
Distribuzione della ricchezza
Intervento statale
Garantire alle imprese l'acquisto di materie prime, energia e trasporti al prezzo minimo di mercato
Garantire la concorrenza, impedendo la formazione di monopoli e concentrazioni dannose di potere economico
Libero mercato
Controllo diretto dei lavoratori tramite la cooperazione coordinata per le grandi e medie imprese
Gestione a conduzione famigliare delle piccole imprese e delle imprese artigiane