Proutist Universal Italia

Proutist Universal Italia

ultime ricerche
neoumanesimo
educazione neouman...
tarcisio bonotto
... altre ricerche ...
Home > Ambiente > ECOLOGIA NEOUMANISTA
RSS Atom stampa
Home
Chi siamo
Sistema economico
Dinamiche sociali
Sistema politico
Cultura e pseudocultura
I principi del Prout
Ambiente
Zone socioeconomiche
Istituto di ricerca Prout
I Proutisti a Genova
La lotta per l'Art 18
Link
Contatti
Indice per titolo

Democrazia Economica
Garantire a tutti la disponibilità delle minime necessità compresi cibo, vestiti, case, sanità, istruzione. Il diritto al lavoro è un requisito fondamentale per la garanzia delle minime necessità. Lo stato deve sostenere chi non è in grado di essere autosufficiente. Questo non è solo un diritto individuale, ma anche una necessità per lo sviluppo collettivo.
Incrementare costantemente il potere d'acquisto delle persone ridistribuendo la ricchezza. Sviluppare l'utilizzo delle risorse locali e sostenere la produzione di beni essenziali per soddisfare il consumo dell'intera popolazione.
Le persone devono avere il diritto di decidere dell'economia locale, quindi le imprese devono essere il più possibile gestite da cooperative o da sistemi aziendali che permettano ad ogni lavoratore di essere imprenditore dell'azienda per cui lavora, partecipando agli utili, ai rischi e alle decisioni.
Le persone che non vivono in una zona economica o che non intendono viverci stabilmente, non devono interferire nel controllo dell'economia locale.
ECOLOGIA NEOUMANISTA

L'approccio neoumanista all'ecologia poggia su un fondamentale principio: "Il valore esistenziale degli esseri viventi dovrebbe avere precedenza sul valore di utilità". Ovvero non bisogna distruggere animali o piante, non solo perché può danneggiare l'interesse futuro degli esseri umani, ma soprattutto perché la loro esistenza ha un valore in sé. E' sicuramente accettabile che da una parte la sopravvivenza e lo sviluppo umano richiedono l'utilizzo di animali e piante, ma questo va fatto tenendone presente il loro valore esistenziale.

I movimenti ecologisti negli ultimi decenni hanno creato una consapevolezza senza precedenti storici riguardo ai problemi ambientali. Le loro lotte hanno permesso in tutto il mondo di far emergere i problemi dell'inquinamento, la tutela delle specie in estinzione sia nel mondo animale che in quello vegetale. Ha soprattutto posto l'attenzione sull'emergenza dell'equilibrio ecologico per il futuro del pianeta. Ma quest'approccio oggi sta mostrando i suoi limiti. La negazione degli Stati Uniti degli accordi di Kyoto ne è un palese esempio. La globalizzazione, ultima espressione del sistema capitalista pone, una priorità strutturale e ideologica del valore del profitto sul valore esistenziale degli esseri viventi. E' questa negazione che rende inconciliabile il capitalismo con l'ambiente. Neanche i sistemi comunisti garantiscono l'armoniosa coesistenza tra ambiente e sistema economico in quanto il materialismo storico non implica nessun valore esistenziale (se non quello materiale) agli esseri viventi.

04-12-2005 Proutist Universal Italia

PROUT è equilibrio fra:
Necessità delle persone
Garanzia delle necessità primarie (cibo, vestiario, casa, istruzione, sanità)
Distribuzione della ricchezza
Intervento statale
Garantire alle imprese l'acquisto di materie prime, energia e trasporti al prezzo minimo di mercato
Garantire la concorrenza, impedendo la formazione di monopoli e concentrazioni dannose di potere economico
Libero mercato
Controllo diretto dei lavoratori tramite la cooperazione coordinata per le grandi e medie imprese
Gestione a conduzione famigliare delle piccole imprese e delle imprese artigiane