Proutist Universal Italia

Proutist Universal Italia

ultime ricerche
neoumanesimo
educazione neouman...
tarcisio bonotto
... altre ricerche ...
Home > Sistema politico > GOVERNO MONDIALE
RSS Atom stampa
Home
Chi siamo
Sistema economico
Dinamiche sociali
Sistema politico
Cultura e pseudocultura
I principi del Prout
Ambiente
Zone socioeconomiche
Istituto di ricerca Prout
I Proutisti a Genova
La lotta per l'Art 18
Link
Contatti
Indice per titolo

Democrazia Economica
Garantire a tutti la disponibilitÓ delle minime necessitÓ compresi cibo, vestiti, case, sanitÓ, istruzione. Il diritto al lavoro Ŕ un requisito fondamentale per la garanzia delle minime necessitÓ. Lo stato deve sostenere chi non Ŕ in grado di essere autosufficiente. Questo non Ŕ solo un diritto individuale, ma anche una necessitÓ per lo sviluppo collettivo.
Incrementare costantemente il potere d'acquisto delle persone ridistribuendo la ricchezza. Sviluppare l'utilizzo delle risorse locali e sostenere la produzione di beni essenziali per soddisfare il consumo dell'intera popolazione.
Le persone devono avere il diritto di decidere dell'economia locale, quindi le imprese devono essere il pi¨ possibile gestite da cooperative o da sistemi aziendali che permettano ad ogni lavoratore di essere imprenditore dell'azienda per cui lavora, partecipando agli utili, ai rischi e alle decisioni.
Le persone che non vivono in una zona economica o che non intendono viverci stabilmente, non devono interferire nel controllo dell'economia locale.
GOVERNO MONDIALE

Molte guerre e conflitti fra le Nazioni sono causati da idee meschine come nazionalismo, dogmi religiosi, razzismo eccetera, alimentate dagli interessi dell'imperialismo economico. ╚ ovvio che l'UmanitÓ dovrebbe sforzarsi di eliminare questi conflitti per il bene di tutti. Per questo il PROUT propone un sistema di Governo Mondiale che lavori per gli interessi dell'intera UmanitÓ. Questo sistema garantirebbe l'accettazione universale dei diritti umani fondamentali. I diritti potranno essere garantiti da una struttura costituzionale universale, un codice penale comune e una base per assicurare la disponibilitÓ delle minime necessitÓ per tutti. Insieme ad una democrazia economica decentralizzata, questo sistema Ŕ un chiaro riflesso degli ideali spirituali applicati alla politica.
La creazione di un Governo Mondiale potrebbe implicare la riforma e il rafforzamento delle Nazioni Unite. Nella prima fase dovrebbe essere formato un corpo legislativo che sviluppi una Carta dei Diritti e una Costituzione che possa evitare che i singoli stati approvino leggi a detrimento delle proprie minoranze. L'applicazione di queste leggi sarÓ lasciata ai governi locali. Lo scopo della legislatura mondiale dovrÓ essere solo di creare le linee guida per le legislature locali, senza nessun potere amministrativo. Questo organismo dovrebbe essere formato da due camere, una in rappresentanza delle Nazioni e una in rappresentanza della popolazione. L'Assemblea Generale dell'ONU, opportunamente riformata per escludere le differenze di potere attuali, potrebbe servire in rappresentanza delle Nazioni insieme ad una Assemblea dei Popoli da formare in proporzione al numero di abitanti.
Nella prima fase di formazione di questo corpo legislativo mondiale, l'impegno maggiore dovrebbe essere posto nell'eliminazione o riduzione dei fattori che causano divisione. Nelle fasi successive le funzioni esecutive e del Governo Mondiale dovranno essere lentamente incrementate. Gradualmente gli eserciti nazionali dovranno essere sostituiti con un esercito mondiale che dovrÓ impedire i conflitti fra le Nazioni.

Questo avrÓ alcuni effetti positivi:

  1. Le enormi spese per mantenere un esercito in ogni Nazione saranno ridotte e si potranno usare le risorse a per il benessere delle persone.
  2. Gli esseri umani avranno meno tensioni psichiche.
  3. Si ridurranno i conflitti sanguinosi.
  4. Le persone potranno muoversi liberamente da un punto all'altro della Terra.


Ci dovrÓ essere un esercito mondiale, ma il numero complessivo di militari dovrÓ essere gradualmente ridotto. Anche dopo la formazione di un Governo Mondiale Ŕ improbabile che i conflitti fra le varie unitÓ socio politiche cessino del tutto. Quindi ci sarÓ per sempre bisogno dell'esercito, che sarÓ comunque un aspetto indispensabile per impedire le ingiustizie e i conflitti internazionali.

22-04-2007 Proutist Universal Italia

PROUT Ŕ equilibrio fra:
NecessitÓ delle persone
Garanzia delle necessitÓ primarie (cibo, vestiario, casa, istruzione, sanitÓ)
Distribuzione della ricchezza
Intervento statale
Garantire alle imprese l'acquisto di materie prime, energia e trasporti al prezzo minimo di mercato
Garantire la concorrenza, impedendo la formazione di monopoli e concentrazioni dannose di potere economico
Libero mercato
Controllo diretto dei lavoratori tramite la cooperazione coordinata per le grandi e medie imprese
Gestione a conduzione famigliare delle piccole imprese e delle imprese artigiane